15 antidoti contro una giornata di merda

1175423_10201832720448588_1059696101_nSuvvia perdonatemela una parolaccia! Chiamiamo le cose con il loro nome, così come detesto l’ipocrisia del make up linguistico di parole come “diversamente abile” e “operatore ecologico”, detesto la parola “giornataccia”. Se è una giornata di merda, è una giornata di merda, e puoi anche dare la colpa al tempo o alla sindrome premestruale, ma non ne esci. Spegni la luce e nasconditi sotto il piumone oppure… Oppure metti giù un elenco di antidoti da usare all’occorrenza, spunta quelli che non funzionano e punta tutto su quelli che hanno un effetto ristoratore.
Ecco i miei:
1) Infila un completo e un paio di scarpini da running ed esci a correre… lo so lo so torneresti a letto con la testa sotto il cuscino, ma dopo la corsa ti sentirai comunque meglio e ringrazierai di essere uscita. Mentre corri fai la lista dei tuoi antidoti, come ho fatto io stamattina.
2) Alza il telefono e chiama quell’amica, sì proprio quella che non senti da troppo, ma che ha un posto speciale nel tuo cuore. Fissa un pranzo, un aperitivo o un caffè e ti sentirai già meglio.
3) Cerca un raggio di sole, anche nelle giornate di pioggia e tempesta, un raggio di sole si trova. Fosse anche nell’app del meteo del tuo smartphone.
4) Cerca nell’archivio digitale delle tue fotografie LA FOTO, una, quella che ti ricorda un momento felice, un ritratto di tuo figlio, un paesaggio, un dettaglio fissato, un’emozione fatta immagine… e ora stampala perche tu la possa vedere ogni giorno. Tante cose belle sepolte nella memoria di un HD meritano una cornice.
5) Gara di Polo con la figlia maggiore. No non ci siamo messe a giocare a polo! Si tratta di mangiare una polo senza romperla, chi la rompe per prima ha perso. Il “buco con la menta intorno” te lo ricordi? Anche se è una caramella un po’ vintage il gioco promette sane risate in buona compagnia.
6) Cerca nel tuo ipod la tua canzone preferita, quella che ti mette allegria, quella che ti fa ballare senza vergogna… cuffie alle orecchie, volume a palla e spacca tutto!
7) Apri l’armadio e convieni con me che non è comprando un vestito nuovo che passerà il cattivo umore, ma prendi la scarpa con il tacco più bella che hai e mettila su, male che vada ti darà 10 cm in più di prospettiva.
8) Sfoglia i quaderni dei tuoi figli, non per siglare con un “visto” i voti della maestra, ma per leggere tra le righe delle loro giornate. Cogli le loro fatiche, contempla i loro talenti, raccogli i loro pensieri e fatti travolgere dalla meraviglia…
9) Take your time. Emma me lo ha insegnato bene questo! La velocità non è un valore assoluto, checché ne dicano i bigliettai di Trenitalia. Fai una cosa che per te è automatica al rallentatore, un’attività importante, ma ormai diventata routine e smonta il processo, osserva i dettagli di una cosa diventata scontata. E stupisciti!
10) Esci in giardino e metti le mani nella terra. Anche in terrazzo o al parco vale! Togli le erbacce, cerca un quadrifoglio, ripulisci le piante dai fiori o dalle foglie secche, raccogli una foglia e mettila a seccare nel libro che stai leggendo. Entra in contatto con qualcosa di più grande e primitivo.
11) Fai una gita al mare, respira l’odore di salsedine e metti i piedi nell’acqua. Funziona meglio se d’inverno!
12) Fai una passeggiata con uno dei tuoi figli, uno solo, hai bisogno di un rapporto esclusivo! Osservalo e ascoltalo, lasciati travolgere dalla sua energia o dalla sua calma, asseconda i suoi ritmi e un suo desiderio, fissa la frase buffa che dirà e ascolta i suoi pensieri.
13) Cerca un libro dimenticato tra gli scaffali della tua libreria, e leggi le frasi che hai sottolineato.
14) Crea qualcosa con le tue mani, che sia scrivere un pensiero, fare una torta, o montare un lego con il figlio maschio, la magia della creazione porta con sé un carico di gioia e energia postiva.
15) Prenditi una giornata per te, tutto è rimandabile, tutto! Vai al parco con i bambini o al mare da sola, chiuditi in un museo, una libreria, una spa, o qualsiasi cosa ti faccia felice, dedicati del tempo per prenderti cura di te.

Che dite funzioneranno?

Lo so lo so nessuno di questi funzionerà sabato 6 giugno quando la Juve vincerà il triplete, sarà una giornata di merda, ma prima o poi passerà.

1959744_10203416160873609_1620462181_n

Annunci

3 pensieri su “15 antidoti contro una giornata di merda

  1. Ana ha detto:

    Ho un juventino a casa,io che detesto il calcio.
    E una juventina in progress di quasi 4 anni che sa già a chi tifare,hahahah.
    Arriva però il mese in cui mia mamma atterrerà per stare con noi 3 mesi,i mesi indimenticabili dell’anno.Farà 18 ore di viaggio per venire a coccolare la nipotina.Quindi rimedio assicurato!
    Di questi rimedi gli ho provati tutti,dal mettere le mani in terra al libro,e si,funzionano.Con me funziona anche l’aromaterapia:da accendere un incenso ad annusare qualche fiore appena sbocciato,prendermi una pianta nuova,fare il pane.Senza planetaria.Prendere il sole,stare in silenzio.Non ho molto tempo libero,ma questi ritagli per scongiurare una giornata di merda,ci vogliono.
    Un abbraccio,

  2. Antonella ha detto:

    Fai una cosa che da bambina ti piaceva tantissimo fare .riattivando i ricordi lontani
    l umore migliora

    vai in giro a suonare campanelli ,non scappare nemmeno , dai la colpa ad un fantomatico qualcuno che corre veloce ( quasi piu ‘
    divertente che scappare)

    Per il triplete non c “e’ rimedio .
    passera’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...