DUE MESSAGGI, UN UNICO OBIETTIVO.

Vi ricordate Andrea? Il bambino biondo che a metà del video #dearfuturemom ha detto “a volte… è difficile” commuovendo quasi sei milioni di persone? Andrea è un bambino con la sindrome di Down, tutti i giorni fa la sua strada, né lui né noi vogliamo nascondere che è difficile, ma oggi le persone con sindrome di Down possono avere una vita felice ed essere pienamente incluse nella vita sociale. Oggi tu puoi fare la tua parte, concretamente!

I ragazzi con sindrome di Down, se adeguatamente seguiti, hanno potenzialità di autodeterminazione e grandi margini di miglioramento nell’ambito delle autonomie personali e sociali. È però fondamentale insegnare e sviluppare nelle persone con disabilità le competenze necessarie per affrontare le sfide quotidiane della vita e del lavoro.

Per questo CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down
ha deciso di dedicare la Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down, in programma la prossima
domenica 12 ottobre in tutta Italia, al tema dell’autonomia. I fondi raccolti con la campagna di quest’anno saranno utilizzati per migliorare la qualità della vita delle persone con sdD e permettere loro un futuro con le possibilità di chiunque altro, a scuola, nel lavoro, con gli amici.

Cosa possiamo fare noi?

La novità di quest’anno è che dall’1 al 14 ottobre è attivo un numero solidale e si può donare al numero 45593

1 € con SMS da cellulare personale TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Nòverca
2 € con chiamata da rete fissa Fastweb, TeleTu, TWT.

Inoltre domenica 12 ottobre si può andare in una delle oltre 200 piazze in tutta Italia, in prossimità di chiese e centri commerciali, dove i volontari e le famiglie delle associazioni aderenti al CoorDown offriranno il consueto messaggio di cioccolato, realizzato con cacao proveniente dal commercio equo e solidale, in cambio di un contributo. In alcune città la campagna di raccolta fondi in piazza inizierà già da sabato 11 e proseguirà anche nei giorni successivi (basta controllare il calendario sul sito di Coordown per essere aggiornati)

Tutti i fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare i progetti di autonomia organizzati sul territorio e dedicati a ragazzi con sindrome di Down tra i 14 e i 25 anni.

Dona ora e passa parola con un piccolo aiuto puoi contribuire alla loro felicità.

Facebook-cover DEF

Annunci

2 pensieri su “DUE MESSAGGI, UN UNICO OBIETTIVO.

  1. Federica Maini ha detto:

    Buongiorno, ho avuto notizia del suo blog solo oggi e ho cominciato a leggere un po’ di post e devo dire che in molte cose mi ci ritrovo in pieno. Sono stata mamma di un bimbo son sindrome di down – Tommaso – e dico sono stata perché purtroppo Tommaso è morto a soli 5 mesi a causa dei ben noti problemi cardiaci legati alla sindrome, e oggi avrebbe 9 anni. Fin dal momento in cui è venuto alla luce (momento in cui abbiamo saputo della sindrome) il nostro primo ed unico pensiero era che fosse sano, visti i rischi correlati. Purtroppo a noi non è andata bene, e faremmo davvero carte false per poterlo riavere con noi, lui e la sua sindrome, perché in quei 5 mesi abbiamo capito quanto siano meravigliose queste persone e coloro che si prodigano per loro. Le faccio i miei complimenti per il blog, ma non le prometto di leggere tutto perché purtroppo ho la lacrima facile.
    Si goda la sua Emma, che tra l’altro si chiama come la bimba che ho avuto dopo Tommaso =) Saluti Federica

    • pointsofview ha detto:

      Cara Federica, grazie del suo messaggio, mi ha lasciato senza parole, sono di lacrima facile anche io quindi non riesco ad aggiungere altro. Se me lo concede, solo un grande abbraccio, come se ci fossimo guardate negli occhi e capite. Martina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...