Diario di viaggio

Dune di sabbia a Skagen, Danimarca

Dune di sabbia a Skagen, Danimarca

A volte mi chiedo “chi ce lo fa fare?”

Chi ce lo fa fare di metterci in viaggio con tre bambini invece di infilarci in un villaggio vacanze come ai vecchi tempi dove il massimo dello sforzo decisionale è se mangiare l’insalata del buffet e pensare alla pancia piatta che non avrò mai oppure prendere la lasagna o le linguine alle vongole e pazienza “sono pur sempre in vacanza!”

Il massimo dei bivii sarebbe: “rimaniamo in spiaggia o saliamo e ci facciamo un pisolino?” Invece sto tutto il tempo con la cartina stradale in mano per scegliere la strada con il panorama migliore, leggo la guida anche se ho il mal d’auto per scegliere la prossima tappa, e ho pure l’ansia da prestazione per il timore di perdermi sempre “il posto da non perdere” della zona.

I bambini di solito cazzeggiano in camper mentre papà guida, ma questa volta si viaggia in auto. Hanno tutto quello che serve per passare il tempo eppure rompono la maggior parte del tempo. “Mamma la Giulia mi da fastidio”, “Papà la Emma mi ha detto stupido”, “Mamma Cesare ha fatto una puzza!”…  Vorrebbero solo guardare film sul’ipad e giocare con il Nintendo, e in certi momenti — diciamolo — sono una benedizione!  Io e Paolo cerchiamo di alternare la tecnologia ai giochi da auto. I nostri preferiti sono cercare animali e oggetti nelle forme delle nuvole, il gioco di indovinare l’animale che uno dei 5 pensa, o il trenino delle parole. Ma poi ricomincia la colonna sonora:  “Mamma mi passi un fazzoletto?”, “Mamma mi viene da vomitare”, “Papà ho fame!”, “Papà fra quanto arriviamo?”… Paolo ed io ci guardiamo e il pensiero è lo stesso: ma chi c’è lo ha fatto fare?
“Bambini ora basta! La prossima volta vi lasciamo a Milano con i nonni e noi andiamo in viaggio da soli!”

Poi però ci sono momenti magici in cui tutto fila liscio e il panorama offre sorprese da lasciarci senza fiato, i bambini cantano in auto e io mi sento una mamma realizzata. Arriviamo alle dune di sabbia e i bambini corrono felici con gli occhi pieni di vita. Giulia mi dice “Mamma mi sento libera!” e io la abbraccio stretta per non dimenticare quel momento. Al Tivoli, parco divertimenti di Copenaghen, la meraviglia nei loro occhi fa impallidire il signor Disney. L’impavida Emma ha finalmente le sue montagne russe alla faccia di Gardaland. Arriviamo in una meravigliosa spiaggia deserta e Cesare può finalmente giocare a calcio con il suo papà e ha gli occhi più felici che gli abbia mai visto. Un piccolo cerbiatto ci attraversa la strada spaventato, rallentiamo e tutti urlano eccitati, ma nessuno riesce a scartare una foto prima che scappi nel bosco.

E lì all’improvviso mi è tutto chiaro: lo faccio per questo!
Lo faccio per quei lampi di meraviglia nei loro occhi, per quella sete di conoscenza e scoperta che vedo nei loro volti, per i sorrisi radiosi e felici sulle loro labbra e per questo mi metterò in viaggio anche l’anno prossimo.

Annunci

9 pensieri su “Diario di viaggio

  1. Alessandra Granata ha detto:

    Quoto ogni singola parola!!! E io di nanerottoli… ne ho solo uno!! E’ proprio quel guizzo di pura magia che ci spinge ad andare sempre avanti!! siete una bellissima famiglia on the road!! Un piacere seguirvi!!

  2. Lorenzo ha detto:

    Tra tanti anni i tuoi figli avranno nella memoria singole fotografie diquesti viaggi, come perle di una collana. Del villaggio vacanze non rimarrebbe un gran che.

  3. letiziadorinzi ha detto:

    Bellissimo. Anch’io ho un piccolo blog, incinqueconlavaligia, e mi ritrovo esattamente in ogni tua singola parola! Tre bambini, estrema fatica a volte ma una gioia incontenibile quando tutto fila liscio….

  4. acasadiclara ha detto:

    e non sarai la sola, io vivo tutto l’anno perchè arrivi agosto e partire!!! quest’estate tre settiman in giro per germania e danimarca. proprio non vedo l’ora!! e i miei figli anche. girano l’europa da quando sono neonati. non ci spaventa nulla e ogni luogo è casa nostra!! ciao!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...