Doveva esservi altro

Doveva esservi altro:
che altro?
Gli alberi metton foglie a primavera
ed in autunno
austeramente si spogliano
senza lamento.
Ogni animale nasce
all’assegnata fatica
in una giungla soffocante
o una brulla pianura
né cerca di sfuggirle.
Vanno i pianeti silenziosamente
lungo monotoni millenni:
un giorno a un tratto si frantumano
ed il giro è compiuto.
Soltanto noi tremiamo e brancoliamo
sulle nostre mille strade di morte:
mani contratte, labbra inaridite,
occhi folli,
pensando che doveva esserci altro.
Che altro?

Margherita Guidacci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...